Skip to content

A cazzo de cane

gennaio 12, 2012

Fuck yeah se c'è un quaderno dei gormiti!

Quando scrivo un post, tranne poche recensioni becere, tendo a pensare molto all’argomento in questione. Non tanto perché debba organizzare un enorme bagaglio di informazioni e conoscenze a mia disposizione, come parecchi che mi commentano (generalmente in rl) sembra che pensino. È vero semmai il contrario. Mettere assieme da quel poco che so (come quasi tutti, insomma) in modo che venga fuori qualcosa di almeno marginalmente sensato che non mi faccia sembrare un completo imbecille su un argomento a cui magari tengo anche richiede tempo.
Questo spiega il perché dei grossi ritardi tra i post su una  data cosa rispetto alla cosa stessa. Lo spiega in parte, il resto è pura pigrizia e lo dico senza una mezza traccia di autoassoluzione, perché me la trascino anche in campi ben più importanti delle opinioni da coglione che scodello qua a cadenza trimestrale.
Ora, probabilmente userò queste poche righe come primo anello di una catena di post su argomenti che mi hanno affrontato (ah) nei mesi scorsi, argomenti che si meritano qualcosa di più di un paragrafo a testa perché non ho avuto la voglia di parlarne al tempo dovuto con le cose interessanti che mi sovvenivano al momento. Da qualche parte l’interessantume c’è, annidato in un giro della corteccia. Si tratta solo di tirarlo fuori a colpi di riverse engineering (mi piace pensare che io sia, ora al T0, l’unico e incontrovertibile risultato dei ragionamenti alla cazzo che ho fatto sui fusilli 4 mesi fa (1) )
Dunque.

(1)Mi pare giusto avvertire (a) che NON ci saranno ragionamenti sui fusilli e che, come l’immagine sulle scatole dei suddetti, quello che ho detto aveva “il solo scopo di presentare il prodotto”.

(a) Ho deciso di cominciare ad usare note a margine (se scopro come usare gli hyperlinchi   interni ai post bene, altrimenti zzi vostri tanto la rotella sul mouse l’abbiamo tutti) come Wallace. Cioè, come Wallace e i poser, ma intanto io leggevo Wallace way before it was cool, e poi mi rendo conto che lo stratagemma si adotta bene alla mia tendenza ad aprire parentesi. E ormai il mio “periodo Wallace” è passato (questo non significa che non sia rimasto il mio autore preferito) quindi non è un tentativo di emulazione ed insomma non mi pagano per scrivere quindi non devo rendere conto a nessuno della mia eventuale poseraggine  e allora non rompetemi le palle.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: