Skip to content

che mi esaspera fino ad esplodere la realtà in molteplici adesso

settembre 3, 2011

  • Giochi da tavolo: 4,5
  • Esami dati: 4
  • Esami passati: 3
  • (esami bocciati 4-3)
  • Esami presieduti: 10
  • Blu ray: 11
  • Dvd: 18
  • Cd musicali: 6+5
  • Videogame: 3+3+3×0,5
  • Paia di scarpe: 1
  • Paia di qualunque altra cosa: 0
  • (un cappello)
  • (giusto, un pantalone)
  • Kg di libri universitari: 7
  • Kg di libri: 1? Boh, 1.
  • Film: n/a
  • Film indiscutibilmente importanti: 2 (sempre il solito tizio)
  • Storie: 1
  • Ex storie: 1
  • Auguri non ricevuti: 1
  • (Pinguini spesi: 1×4)
  • Momenti di chiarificazione mentale semizen: 4, probabilmente
  • (momenti di CMSZ aiutati da assunzione sostanze psicotrope: 0)
  • Momenti di libertà e felicità nirvaniche: 0

Facebook si è dimostrato conciso e schietto. Questa lista potrebbe stare assieme ai 12 commenti e i due pollici in su e sarebbe un bel commento a quanto mi sono cambiati i meccanismi mentali da due anni a questa parte.
Sono passato da vivere in una perenne quarta liceo deresponsabilizzata, dilatata, fatta di viaggi interregionali, notti all’addiaccio e pomeriggi a parlarne fino al successivo a qualcosa di così inquadrabile che ne ho davvero, seriamente, fatto una lista. 365 giorni di vita in un paragrafo coi punti.

Non sto ancora studiando cose abbastanza interessanti perchè mi appassionino. Non posso permettermi di dedicarmi troppo ai libri e alla musica che altrimenti non ho tempo. Non posso permettermi di smettere di fare finta che la mia passione per il cinema non sia più di una passione che altrimenti mollo tutto e vado a new york e poi mi metto le camice a quadri e i gilet. Ho vissuto in un perenne anno universitario deresponsabilizzato (succede, quando sei in un percorso così rigido che sai che alla fine più o meno qualunque cosa ti faccia vai a finire con uno stipendio fisso a fare qualcosa che non ti disgusta) e dilatato, fatto di giornate a Careggi e giornate non a Careggi ad aspettare di andare a Careggi. Insomma, uguale a prima solo che ora mi rompo pure il cazzo.

A costo di tirarmi giù battute facili, credo che mi ci vorrebbe una ragazza, una cosa che non ho mai saputo avere. Non mi sento solo, non ho deficit affettivi e di certo non mi tira l’organo. Credo di avere semplicemente bisogno di qualcosa che stia a ricordarmi del perchè di tutto questo ne valga eccome la pena (basta che me lo ricordi. A saperlo lo so già da solo). Qualcuno vada a spiegarmelo, però, che qua mi pare che persista una decisa incapacità di avere una relazione realistica e funzionale. Anzi, non credo. Direi incapacità di volerla abbastanza. (E si che stavamo tutti a darci di poser a vicenda, poi sono passati gli anni e l’unico stronzo che è rimasto tale quale a prima sono io).

Tutta questa tirata (oh, l’anno alla fine è stato un semi successo e ho visto The Tree Of Life, anche senza giocare d’azzardo posso dire che non sarà il peggiore della mia vita) può essere spiegata alla luce del fatto che sono stanco, ho la testa pesante, il chilo e mezzo di pizza che ho mangiato più di 3 ore fa sta facendo sforzi ammirabili per uscire nella maniera più chinetica possibile dal mio primo tratto gastrointestinale e conquistare così la libertà spaziale garantita da ciò che circonda la mia bocca, e sopratutto che (vedi immagine in apertura)

  • Case nuove: 1
  • Ex case nuove: 1
Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: