Skip to content

Blue Skies

aprile 28, 2010

This is a song for anyone

With a broken heart

This is a song for anyone

Who can’t get out of bed

I’ll do anything

To be happy

Oh cause blue skies are calling

But I know that it’s hard

This is the last song

That I write

While still in love with you

This is the last song

That I write

While you’re even on my mind

Cause it’s time to leave

Those feelings behind

Oh cause blue skies are calling

But I know that it’s hard

I don’t think that it’s the end

But I know we can’t keep going

I don’t think that it’s the end

But I know we can’t keep going

But blue skies are calling

Oh yeah blue skies are calling

Oh blue skies are calling

But I know that it’s hard

Perchè i cieli blu.

Perché i cieli blu? Perché ne avevamo bisogno. Perché i libri, e i libri letti. E i letti (e non solo quelli miei), e Settembre. E niente, e niente non era abbastanza. E poi i nasi, e le bolle (finalmente). O la loro mancanza. Ma insomma, sempre quelle sono. Umide e silenziose. E poco rappresentate a livello nazionale.

Ma alla fine si parla di stronzate, o di fesserie (quelle da 120 euro all’ora). Già, perché le fesserie e i panchetti (a punti. Come la patente, e gli ospedali). E (quasi)due appuntamenti alla settimana.

Ma dicevamo, i cieli blu. Non come le barbe, che sono bionde. E al secondo anno. Quindi, gli outsider. Come me. Che poi l’inglese certe volte è l’unico modo per non dire “coglione”. Però qua parliamo decisamente di outsider: quelli che vogliono girare i film, e guardare i film, e parlare di film, e pensare ai film. E avere un futuro. Senza film. E forse l’unica è portarli in centro, i film, e guardarne solo alcuni. Però “I love this game” no. Insomma, l’eleganza.

Ma alla fine le barbe non servono per certe cose (la barba sì, forse, ma chi ha il pane non ha i denti. O la barba). E quindi, magari this is the last song/ that I (hear?) / while still in love with you. Perchè i concerti platonici (come le idee. O come Platone). E il tempo (giorni, settimane, mesi. Ma soprattutto ore) lo stesso che ormai mi separa dagli stradoni ripidi. E i lipidi (!), forse. Ma anche le proteine, e i carboidrati e tutto il resto, perché istologia e le cose da fare, e quelle da vivere e da volere.

Perché i cieli blu dalle ambulanze si vedono meglio di quanto si pensi.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. aprile 29, 2010 10:19 pm

    “perchè il cielo è blu?”
    “perchè tu vuoi sapere perchè il cielo è blu”

    J.Kerouac

  2. Anonimo permalink
    dicembre 17, 2010 10:24 pm

    dai un ascolto, se ti va…

    • gennaio 8, 2011 10:15 am

      grazie mille, mi è piaciuta tantissimo.
      I dead can dance li conosco ma non troppo bene, ma questa cover non l’avevo mai sentita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: