Skip to content

Creative Commons

marzo 25, 2009

Insomma, tutte le menate sulla filosofia open source del professore dovranno pur servire a qualcosa, no? Ora come ora, tutte le cazzate che scrivete sui vostri blog possono essere prese, rigurgitate senza ritegno e ricacate pari pari da chiunque. Mettiamo il caso che scopriate il vero nome di Dio nella sequenza numerica del π (sì, è un riferimento, e sempre ad Aronosfky. Quanto sono fico, acculturato e radical chic): chiunque potrebbe entrare nel vostro blog cercando jailbait porn, copiarvi la scoperta, rivenderla, diventare ricco sfondato e fondare in Uruguay la sua personale casa di produzione di pedopornografia infantile. E voi non vorrete certo questo, vero? Vi capisco, anche a me l’Uruguay da un po’ fastidio. Ora, dato che le leggi in materia sono discretamente fumose, in aiuto vi giunge Creative Commons, un simpatico sito che evidentemente si è dato da fare in passato per assicurarsi una qual certa validità giuridica. Voi entrate, è tutto gratis, seguite la procedura (further details incoming) e voilà, avete una licenza. Ora, qual è la fregatura? La fregatura non c’è, il punto è che la licenza Creative Commons funziona “al contrario”. Registrando il vostro blog (o qualsiasi altra cosa), voi non impedirete ad altri di usare i contenuti senza che prima vi abbiano donato almeno un rene. Per quello c’è il copyright, che è da capitalisti eccetera eccetera. Una licenza CC fa in modo che gli altri possano utilizzare i vostri parti mentali ma sottostando ai vostri termini, anche se non lucrativi. Prendiamo nuovamente in considerazione la sequenza numerica di cui sopra. Potete specificare che, nell’usare anto da voi scoperto:

  1. Il tizio debba sempre dire da chi ha preso il materiale originale.
  2. Il tizio possa o non possa rimodellarlo.
  3. Il tizio non possa usarlo per arricchirsi (senza brutte conseguenze per i bambini dell’Uruguay, dunque)
  4. Il tizio sia obbligato a marchiare il “suo” lavoro sotto la stessa identica licenza.
  5. O una combinazione di queste clausole.

In questo modo, non solo siete New Age e avanti e potete sperare di rimorchiare nei salotti intellettuali sinistroidi (oh, a scanso di equivoci: quelli che hanno capito cosa sto dicendo capiscano anche che sono solo frecciatini innocenti. Io voglio bene agli intellettuali sinistroidi), ma magari il tizio di cui sopra va a finire che scopre pure il vero nome di boh, Buddha (che già si sapeva), Maometto (idem), Pino Mauro, Sting o chessò io. Bello, no?

Comunque sia, bando alle ciance, il procedimento in se è demenziale, ma un veloce prontuario può fare comodo. Andate su “Licence your work”, in alto a destra del link che vi ho passato. Fatto? Beeene (cit). Adesso, in 10 passi:

creative-commons-tutorial

  1. Volete che la vostra opera possa essere usata per scopi di lucro?
  2. Che possa essere modificata?
  3. Che tutti i cavillini legali siano adattati ad una giurisdizione particolare? (non conosco i dettagli, chiedo perdono)
  4. Che cacchio è, la vostra opera?
  5. Come si chiama?
  6. Come vi chiamate voi?
  7. Dove si trova?
  8. L’avete a vostra volta presa da qualcuno/qualcosa? Se sì, metteteci la fonte
  9. Avete altre magagne legale a cui sotoporre i testicoli dei poveri utenti? Linkatele qua.
  10. Finito!

Adesso dovete solo selezionare il logo che più vi aggrada (sono tutti e tre identici, nelle funzioni), copiare l’orrendamente lunga e incomprensibile stringa di testo che compare nella finestra sottostante, andare nel vostro blog, aprire una nuova applicazione di testo o HTML nella vostra sidebar (o dove preferite), e copiare pari pari la stringa. E la vostra licenza è pronta e in bella mostra. Con buona pace dell’Uruguay. E dei salottini.

Annunci
One Comment leave one →
  1. asterione88 permalink
    marzo 28, 2009 8:55 pm

    Ganzo… però non fa al cazzo mio.

    Cioè, essenzialmente, se mi fregano l’idea, non me ne fotte un cazzo.

    Ad ogni modo, detesto gli intellettuali sinistroidi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: